Vacanze, attenti alle ustioni da esposizione solare

Sopratutto chi trascorrerà un periodo di svago e divertimento in località marine, e’ maggiormente esposto al rischio di rimediare delle spiacevoli ed indesiderate ustioni della propria pelle, se non presterà la dovuta attenzione ad una serie di piccoli ma efficaci accorgimenti.
Nella valigia infatti serve a poco o nulla mettere la crema solare, se poi ci si dimentica di usarla. E’ quanto emerso da una ricerca condotta dal British Journal of Dermatology che ha pubblicato i dati relativi ad un’indagine condotta su un campione di oltre 1.000 persone fra uomini e donne, di diverse nazionalità e di età superiore ai 35 anni, che sono partite dall’aeroporto di Basilea in Svizzera, per recarsi nei Caraibi, in Sudafrica e nelle Isole Canarie. Quasi tutti avevano portato con se filtri solari e cappelli, ma in tanti si sono poi però dimenticati di utilizzarli. Intervistati sia alla partenza che all’arrivo, la popolazione analizzata ha infatti ammesso di non aver avuto cura della propria pelle durante il periodo di soggiorno, pur di abbronzarsi. Per quasi 3 persone su 10, il ritorno a casa e’ stato reso ancora più triste da una dolorosa ustione causata proprio dalla scarsa cura e prevenzione del proprio corpo. Le zone del corpo maggiormente esposte sono naturalmente il viso, il collo e le spalle, il décolleté, le braccia ed il tronco.  Importante anche se superfluo sottolineare come la prevenzione rispetto all’esposizione al sole e’ indispensabile per ridurre il rischio di contrarre malattie legate al precoce invecchiamento della pelle o, addirittura nei casi più gravi, all’insorgenza di pericolose patologie tumorali.
Franco Svevo