Un essere mostruoso di dimensioni abnormi, che emetteva suoni striduli e terrorizzanti: ci riferiamo alla larva gigante di Capriati a Volturno o all’ultima puntata di La Gabbia?

6

Pare che l’essere mostruoso e di dimensioni abnormi esista veramente: sarebbe stato avvistato giorni fa in uno studio televisivo di Milano mentre andava in onda un noto talk show…

Il collega Andrea Signini ha pubblicato ieri su Signoraggio.it un interessante articolo dal titolo: “Un essere mostruoso di dimensioni abnormi emetteva suoni striduli così acuti da aver terrorizzato i componenti di una squadra di Vigili del Fuoco intervenuti in provincia di Caserta dopo i disastri causati dal maltempo”.

Signini riprendeva un’inquietante notizia diramata in origine dal sito Corrieredelmattino.altervista.org, relativa alla presunta scoperta, da parte dei Vigili del Fuoco di Capriati a Volturno, in Provincia di Caserta, di una mostruosa larva gigante di punteruolo rosso durante la rimozione di una palma abbattuta dal maltempo. Secondo le fonti della notizia, rivelatasi a quanto pare infondata, la mostruosa larva di punteruolo rosso, il temuto parassita che da alcuni anni è responsabile in Italia della distruzione di migliaia di palme, emetteva suoni striduli e acuti, quasi paragonabili a quelli di un equino.

I poco educati commentatori dell’articolo, fermatisi a causa della loro probabile pochezza intellettuale all’aspetto esteriore della notizia senza coglierne le metafore, non hanno sicuramente capito le reali intenzioni del collega Signini. A prescindere dal fatto che quella del Corrieredelmattino si sia trattata o meno di una “bufala” (in questo caso ben congegnata, perché ha fatto letteralmente in poche ore il giro del web), essa è comunque servita provocatoriamente a riportare l’attenzione sul dramma della Terra dei Fuochi e sui possibili effetti dei rifiuti radioattivi sepolti in gran quantità in quelle martoriate zone. Rifiuti sui quali, è bene ricordarlo per l’ennesima volta, personaggi come Romano Prodi e Giorgio Napolitano (che, all’epoca dell’audizione del boss pentito Carmine Schiavone, erano rispettivamente Presidente del Consiglio e Ministro degli Interni), imposero un vergognoso Segreto di Stato durato ben 17 anni, come avevo denunciato tempo fa, sempre su Signoraggio.it, in un mio articolo intitolato “Rifiuti tossici e Segreto di Stato: finalmente i nomi dei responsabili!”.

Ben vengano, quindi, notizie provocatorie come quella del Corrieredelmattino e articoli come quello del collega Signini! Certe volte, quando l’informazione “ufficiale” di regime cala il sipario sui fatti più gravi e sulle notizie più scomode, alcune piccole provocazioni come quella dell’essere mostruoso e di dimensioni abnormi di Capriati a Volturno possono servire a riportare l’attenzione del pubblico sui drammi irrisolti del nostro Paese. E, fra tali drammi, quello della Terra dei Fuochi e dei rifiuti tossici e radioattivi resta al primo posto. Perché lì la gente continua ad ammalarsi e a morire, nella totale indifferenza dei media e dei politici.

Ah, si, i politici! Quelli che invece di occuparsi dei problemi reali del Paese preferiscono dedicare il loro tempo a varare nuove leggi elettorali truffaldine solo per salvaguardare le proprie poltrone.

Ma, a pensarci bene, l’articolo di Andrea Signini non era tutta fantascienza. L’essere mostruoso di dimensioni abnormi che emetteva suoni striduli come quelli di un equino esiste veramente. Pare infatti che sia fuggito da Capriati a Volturno e che sia stato avvistato pochi giorni fa in un noto studio televisivo di Milano mentre andava in onda una certa trasmissione di La 7 intitolata “La Gabbia”. Secondo fonti molto attendibili, quest’essere mostruoso e di dimensioni abnormi avrebbe terrorizzato a lungo il pubblico e gli ospiti del talk show, lasciandoli sgomenti, e neanche il coraggioso conduttore sarebbe riuscito, nonostante vari tentativi, a zittirlo e a farlo tornare da dove era venuto: sicuramente da un incubo o da un bidone di scorie radioattive della Terra dei Fuochi.

Nicola Bizzi

c4