SIGNORAGGIO SECONDARIO

4

Ecco spiegato il rischio rappresentato dal possedere un conto corrente: non vi è garanzia alcuna di poter entrare in possesso delle somme proprie

Tra i diversi i tipi di signoraggio che le banche di affari (sporchi) applicano e possono applicare vi è il cosiddetto signoraggio secondario. In parole povere si tratta di in una serie di escamotages atti a rapinare i correntisti nelle maniere più infami possibili. Oggi parliamo di riserva frazionaria. In buona sostanza essa consiste in un sistema di elargizione del credito ad ufo. Cioè privo della copertura necessaria dei fondi da parte della banca emittente. Facciamo un esempio per capirci meglio: il Sig. Bianchi deposita in banca una somma di mille euro. E la banca gli affida un numero di conto corrente, un libretto di assegni ed una carta bancomat. Dunque sul conto corrente del Sig. bianchi apparirà scritto un saldo di euro mille. Ora la banca potrà, grazie alla “riserva frazionaria”, prestare denari per 900 euro, ovvero i nove decimi di quanto abbia depositato bianchi. Quindi, le nove persone che dopo di Bianchi chiederanno alla stessa banca un prestito di mille euro, vedranno scritto sul proprio conto corrente un saldo positivo di mille. In totale la banca scriverà di aver prestato nove volte mille euro (novemila euro in totale) ma nel proprio forziere avrà sempre e comunque i mille del Sig. Bianchi. Ma, quando i richiedenti avranno finito di ripagare il loro debito di mille euro gravato di interessi, essa (la banca) si ritroverà nel forziere i mille euro di Bianchi più novemila gravati da interessi degli altri. Il tutto avendo avuto solamente mille in cassa. Ergo, qualora nell’arco temporale compreso tra il deposito di Bianchi e la riscossione plenaria dei crediti agli altri nove correntisti debitori tutti e dieci si fossero presentati in banca per ritirare il contante per un qualsivoglia motivo, non avrebbero potuto ritirare un bel nulla. Ecco spiegato il rischio rappresentato dal possedere un conto corrente: non vi è garanzia alcuna di poter entrare in possesso delle somme proprie.

c4