Orrore BASILICATA

8

E’ la Basilicata, oggi, a scattare la fotografia dell’orrore di questi tempi osceni. Meno di un elettore su due, secondo le stime sin qui ottenute, si è recato ad esercitare il proprio diritto al voto. Questo la dice lunga sulla presa che avrebbero gli appelli del dandy del Quirinale. Il dato esaltante che evinciamo da questa esperienza che salutiamo con giubilo, al contrario delle mummie dei vari partiti letteralmente presi a “sganassoni” dal corpo elettorale, è che si parla di tracolli fantozziani. Ma vediamone una sintesi: segno meno per il PD che raccatta una batosta sonora perdendo oltre ventottomilaquattrocento preferenze; PDL ne perde trentatremilatrecento e, dulcis in fundo, il Movimento 5 Stelle che, ormai, non dà segni di vita. È ridotto ad un patetico -57%: siamo all’elettroencefalogramma piatto. Sconvolgente, tuttavia, il risultato finale che vede eletto presidente di Regione il pregiudicato Marco Pittella (PD), già condannato in via definitiva quando era sindaco di Lauria dalla Corte dei Conti per “attribuzione di incarichi inutili ed onerosi”, attualmente rinviato a giudizio per lo scandalo “rimborsopoli”. Ora, le cose sono due: o il popolo della Basilicata ne era all’oscuro; oppure sono artefici del proprio male ed amen! Ma, qualora fosse valida la prima ipotesi, ebbene, che si rivada al voto immediatamente!

c4