Marra Quel tristo pagliaccio di Obama, l’attentato di Boston, la tragicomica, imminente conversione al bene della cosca complottista internazionale..

clown-obama

Obama è quel tristo pagliaccio che ha organizzato la sceneggiata dell’uccisione di Bin Laden, in realtà notoriamente morto nel 2002. È anche lui un volgare bilderberghino espressione di quei poteri amerikani artefici dell’abbattimento delle torri gemelle e dell’uccisione delle migliaia di sventurati che rimasero sotto le macerie. Tra non molto, quando queste cose emergeranno, anche i parenti delle povere vittime di questi nuovi omicidi di Boston potranno avanzare in sede giudiziaria la tesi dell’attentato di Stato e chiederne la verifica ai fini del risarcimento del danno. Ma la cosa più grave è che non ce n’è uno di quelli che, per televisione, falsamente accorati, ne parlano accalorandosi contro i ‘terroristi’, che non lo sappia. Cioè a dire: il complotto planetario massonico\bilderberghino\trilaterino\aspenino è ormai di dominio pubblico. Anche la gente comune ne è al corrente, ma tace, perché tutti capiscono che è proprio intorno a questo complotto che è stata organizzata la vita della società planetaria, e hanno pertanto paura del cambiamento che l’apertura del processo giudiziario contro questi criminali innescherebbe. Una fase che peró è intermedia, perchè è chiaro che la collusione di massa con questi criminali ha retto fin qui solo perchè essi pagavano lautamente il consenso, mentre ora, ora che «il padrone non paga più», perchè al vertice di questa piramide criminale ci sono le banche, che sono le padrone di ogni cosa, ebbene, ora la gente ricorderà di avere una dignità e, ‘sdegnosamente’, si ribellerà.. (purché sia..). La cosa ridicola è però che non farà in tempo a ribellarsi perchè il potere, che è più sensibile e ha più interessi in gioco della gente, la precederà e innescherà esso stesso quel cambiamento che, del resto, vorrebbe innescare da anni.. Sì, perché l’aspetto esilarante (si fa per dire) del complottismo planetario è che è pieno di buone intenzioni e, se è degenerato verso la criminalità, è solo perchè la magistratura – venduta come tutti ma rivolta innanzitutto all’autotutela dei cavoli suoi – le ha fatto mancare (alla cosca) il controllo al quale anch’essa avrebbe avuto diritto, e si è così resa responsabile della sua degenerazione.. Insomma, la massa, resa viziosa dal potere nei decenni scorsi, quando poi il potere, una trentina di anni fa, ha cercato di causare il cambiamento perché ha capito già da allora che altrimenti sarebbe fallito, gli ha contrapposto i suoi vizi e lo ha bloccato. È pazzesco, ma il complottismo massonico\bilderberghino eccetera è in effetti un modo criminale e idiota (perché è un potere vecchio e sclerotico) di cercare di cambiare il mondo. Mi aspetto, da un giorno all’altro, nell’attraversare la sala d’attesa del mio studio, di vedere, seduto in un angolo, con una lunghissima chioma e una bellissima barba bianca, un grande vecchio – il vecchio potere in carne ed ossa – il quale, vista la mia irriducibilità, sia venuto a dirmi di volere accettare le condizioni di cui al mio Dialogo tra l’uomo generico e il potere, del 1985. Mi spiace dirlo, vista la drammaticità della situazione, ma per me questo processo, che ho da molto tempo definito come una ‘rivoluzione per non cambiare’, è una sia pur tragica noia .. Sono trent’anni che, con le lacrime agli occhi e la mano sul cuore, tutti sembrano voler cambiare.. Speriamo almeno ci riesca il vecchio potere. Io, se lui vuole, lo aspetto senza preclusioni, fermo restando che non cederò su nulla..

17.4.2013

Alfonso Luigi Marra