Marra a Pignatone: Banche, SDL, facebook ecc come Carminati: coperti dalla magistratura..

marra-pignatone

Quand’anche ti plaudisse l’Italia, o Pignatone, il mio di plauso, che certo non val nulla, così non l’avrai.

Non l’avrai perché, non solo questo cancan di elogi per ‘mondo di mezzo’ serve a coprire le reità dell’insabbiamento delle due note indagini giunte a pari conclusioni fin dal 2003, ma soprattutto questo liquame viene a galla ora per distogliere ancora un attimo da più gravi cose.

Sai che significa? Significa che siamo nei guai, perché la magistratura non sa vedere le sue colpe, epperò la vera civiltà, ormai indispensabile, non potrà iniziare fin quando non le vedrà.

Sicché il mio plauso lo avrai solo quando causerai, perché dovrai farlo, una grande inchiesta dei giudici sui giudici che chiamerei: «Andiamo infine all’essenza del male»: essenza del male che non sono i giudici, ma ciò che hanno avallato per riscuotere in cambio i loro privilegi, agi e vantaggi.

Dovrai farlo perché il cambiamento culturale che guarirà la società dalla rogna dell’abiezione diverrà ora obbligatorio per le urgenze dettate dal disastro climatico.

Sicché ti converrebbe trovare da subito il coraggio di far esplodere la crisi dicendo che ‘mondo di mezzo’ è solo lo spaccato di una realtà che appariva ‘normale’ sol perché ancora non la si era indagata: tal quale a come accadrebbe se si indagasse in pressoché tutti gli ambiti politici, giudiziari, polizieschi, mediatici, istituzionali.

E quanto a voi magistrati ti ricordo che basterebbe un solo PM ed un solo GIP per far cessare mostruosità come il signoraggio, il bilderberg, la finanza ‘creativa’, e deve pur esserci una ragione se quel PM e quel giudice si continua a non vederli.

Banchieri, finanzieri, officianti di strane sette che sgozzano sull’ara dei privilegi la vita stessa dove esercitarli, contro i quali non so tu stesso cos’altro abbia fatto oltre a consentire che la mia seconda denunzia contro il bilderberg – quella di cui ti venni a parlare dopo che la prima era stata archiviata con la motivazione che i miei erano «meri sospetti» – giaccia nel dimenticatoio.

Così come vanamente ti venni a parlare e ti consegnai personalmente copia della denunzia per la truffa di 100 milioni di euro dei conteggi bancari, per la quale nemmeno si è fatto nulla nonostante l’abbia presentata in almeno dieci procure, tra cui Roma e Napoli, e l’SDL sia stata poi denunziata anche dall’Adusbef, e da 5 deputati di M5S; che hanno presentato contro di essa un’interrogazione.

SDL che stranamente – visto quanto sono cauti di solito i magistrati – gode dell’aperta partecipazione di un numero di loro un po’ troppo elevato perché si possa credere li ispirino solo i moti dell’anima. Moti che oltretutto la sua fama, non direi adamantina, avrebbe dovuto da tempo raggelare.

Fermo restando che il motivo di fondo per cui la si protegge è che anche questo fa parte del complotto rivolto a cercare di non darmi ragione su niente per non rischiare di dovermi dare ragione su troppo.

Già, perché quel che è realmente accaduto è che l’SDL, Pelazza ed altri hanno fiutato il vento ed hanno capito che sarebbero stati sostenuti dai media e dalla magistratura se si fossero assunti il ruolo di dirottare nel vaniloquio, attraverso le loro stupidaggini imbonitorie, le mie iniziative per schiacciare l’illiceità bancaria.

O ti è persino sfuggito che è stata un’operazione dei media iniziata quando con il Ruby1 – il video in nove lingue dello strappo del vestito di Ruby, visto da decine di milioni di persone solo in Italia e centinaia di milioni nel mondo – invitai nel 2011 gli italiani a farsi fare da FermiamoLeBanche il ricalcolo del saldo dei loro conti correnti?

Operazioni per fermarmi tra le quali anche quella di facebook che – con la copertura del silenzio del Garante e della magistratura, che auspico tu faccia cessare – nel mentre si fa pagare le campagne pubblicitarie per la divulgazione dei miei banner, blocca od ostacola illecitamente marra.it e gli altri siti che mi riguardano «per i contenuti»: contenuti, pensa un po’, esclusivamente scientifici, giuridici, filosofici, politici.

È questa la giustizia di cui sei orgoglioso di essere il garante tu ed il Garante dell’editoria? Una giustizia che consente alle aziende private che governano la rete come se fossero istituzioni pubbliche di bloccare il vero dissenso, la scienza e la cultura, e promuovere il bilderberg, le truffe bancarie, l’SDL e Pelazza?

Cose, o Pignatone, che mostrano quanto il regime sia oltretutto stupido, perché ho già detto che la causa dell’infittirsi delle crepe sulle spesse lacche dietro cui cela il suo ghigno è che il suo ‘non pagare più’ assottiglia ognora i ranghi dei suoi ‘fedeli'; ma non si avvede, l’idiota, che ora c’è una cosa mille volte più grave di qualsiasi altra, e cioè che il disastro climatico è divenuto attuale.

Sennonché, ciò detto, quali iniziative hai assunto tu contro questo regime idiota e criminale di fronte al fatto che nella tua Sicilia il 30 di novembre scorso si sono raggiunti i 33 gradi, ed i media, anziché lanciare altissimo l’allarme, si sono cimentati in un’illecita strategia di occultamento delle tempeste e della disinformazione inventandosi che dipende tutto dall’abusivismo? Quasi che l’abusivismo fosse una novità.

Perché il disastro climatico è la bancarotta fraudolenta del regime, sicché si capisce che esso tema la vendetta delle genti; ma di te e degli altri PM d’Italia cosa dobbiamo pensare: che non considerate gli omicidi affar vostro quando siano innumerevoli?

E comprendo anche che non hai fatto nulla di diverso da quello che fa Vespa, Renzi, Berluschino, Santoro, Repubblica o il Corriere, ma la differenza è che tu e gli altri PM sapete che gli immensi danni che sta subendo l’umanità sono frutto della violazione dell’art. 41 della Costituzione laddove prevede che «L’iniziativa economica privata … non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale».

Contrasto che la magistratura ha coperto in tutti i modi perché, scrivo in Fratello clima chetati: «..La cupola bancaria ha fatto quel che ha voluto delle magistrature, dei governi, dei politici, dei media, poiché ha comprato, oltre che il grosso dei singoli, l’intero apparato, fissandone a priori le regole e la ‘cultura’».

Detto più terra terra le banche con i magistrati hanno fatto il porta a porta, ed i pur molti che l’uscio non l’hanno aperto, nemmen loro però – chissà perché – profferiscono verbo.

Cosa devi fare? Dai seguito alle mie denunzie contro coloro che, come facebook ed altri in internet o altrove, cercano di fermare me anziché i crimini che cerco di contrastare, e metterai almeno me in condizione di fare quel che non fate voi, per cui potrete poi dire di aver fatto anche voi qualcosa di utile al vero cambiamento.

Perché, stanne certo: da sole queste vostre crociate continueranno a non cambiare un bel niente.

8.12.2014

Alfonso Luigi Marra