Maiorano sbanca in TV

Nell’ultimo articolo a mia firma apparso la scorsa settimana, avente ad oggetto la denuncia piombata “suiccapo” del neo-sindaco di Firenze (grande amico del Renzi nazionale), concludevo auspicando un degno ed appropriato collocamento della figura di Alessandro Maiorano nelle reti televisive. Ed ecco che, domenica scorsa, sulla rete televisiva La7, in prima serata, il conduttore de “La Gabbia”, Gianluigi paragone, ha aperto la puntata mandando in onda un servizio completamente incentrato sull’impiegato comunale più coraggioso e determinato d’Italia: Alessandro Maiorano. Infatti, se le Procure di mezza Italia si stanno azionando col preciso intento di indagare nel passato ombroso dell’attuale primo ministro (già condannato dalla Corte dei Conti per illeciti amministrativi) – primo ministro, ricordiamolo sempre, nominato da Napolitano – lo si deve proprio alla caparbietà di Alessandro Maiorano. Sino a che è stato possibile, i canali di disinformazione, hanno tutto fatto il possibile per mantenere lontana dal pubblico la simpatica faccia di “Sandro”. Però ora, dal momento che Alessandro Maiorano è riuscito finalmente ad ottenere un affaccio mediatico in prima serata, qualora i canali di disinformazione dovessero continuare ad ignorarlo, si sputtaneranno definitivamente.

Auguri caro “Sandro”, hai intrapreso un cammino difficilissimo contro un Golia della politica.

Andrea Signini