JP MORGAN: patteggiamento risibile

 

1

E’ la banca d’affari (sporchi) JP Morgan, molto vicina alla famiglia Bush – della quale, ahimè, ricordiamo nettamente la figura presidente alcoolizzato – a dover pagare una “multarella” da 13 miliardi di dollari, come stabilito dal giudice. Al cambio odierno, poco più di 950 milioni di euro. Lo ha annunciato Mr. Schneiderman, ministro di giustizia della “Big Aplle” (New York). Dei 13 miliardi di dollari, 9 finiranno nelle casse “delle autorità statunitensi” – non meglio specificate quali; i restanti 4 alla povera gente rimasta in braghe di tela a causa delle scriteriate speculazioni effettuate proprio dalla banca in questione. Ai nostri occhi di salariati/e da strapazzo, sembrerebbe una somma da capogiro. Ma per un colosso come JPM non è nulla. Così, se la cava ancora una volta a buon mercato per aver generato una crisi mondiale da guinness dei primati. Buone notizie per l’export italiano, dunque: il “modello parmalat” ha fatto scuola anche negli USA!

c4