Cosa si nasconde dietro alla Cia che afferma: «Ricordate le segnalazioni di strani avvistamenti nel cielo negli anni 50? Eravamo noi»

Ormai i social network sembrano essere diventati la miglior vetrina per accaparrarsi l’attenzione di milioni di persone e così l’agenzia spionistica americana cerca di spiegare così quelle che per molti in quegli anni erano state visite di alieni sul nostro pianeta. In realtà di questo ne avevano già parlato l’anno scorso quando avevano declassificato un rapporto in merito poiché avevano spiegato che quelle “luci che brillavano in alto, quelle sagome sfuggenti, quegli oggetti volanti non identificati erano in realtà degli aerei spia U2”.  

Il motivo per cui sembravano brillare luci nel cielo secondo la Cia era perché procedendo ad altissima quota e toccando  i raggi del sole e riflettendoli facevano immaginare alle persone che fossero vettori venuti da Pianeti stranieri.

Niente paura per chi crede che gli alieni esistano e ci vengano a visitare, perché dopo gli anni 50 i casi di avvistamenti sono continuati e a questi la Cia ancora non ha dato una spiegazione o meglio non è riuscita a dare una spiegazione logica che potesse convincere gli umani di essere le uniche forme viventi esistenti nell’universo.

Non sappiamo se possano esistere o no altre forme simili a quelle umane nell’universo e se esista un unico Universo o Universi paralleli come stanno cercando di dimostrare negli ultimi anni molti scienziati ma certo è che qualcosa di particolare sta accadendo, che vogliano nasconderci ad esempio il cambiamento climatico che stiamo subendo?

Fatto sta che come abbiamo potuto notare negli anni ormai vale regola che: quando vuoi fregare qualcuno gli fai guardare il dito e non la luna, chissà cosa avrà in serbo per noi l’America, qualcosa di sicuramente più pauroso di un extraterrestre che giunge sul nostro pianeta, questo è certo.

 

Guerriero del Risveglio