Colpire Letta? Le BR non hanno a che pensare..

letta_br

“BR: Ammazzate Enrico Letta”. Questa sarebbe la frase che, secondo quanto riportato da un comunicato ANSA, si troverebbe scritta su di un muro a poca distanza da Montecitorio. Ad onor del vero, però, l’unico scatto fotografico per ora disponibile ritrae una banale mattonella vergata con la minaccia nei confronti di Letta. Dettaglio assai curioso, visto che – trovandosi in pieno centro storico di Roma – non si capisce per quale ragione ci si sia limitati ad un primo piano strettissimo e non ad una inquadratura più ampia!!! I maligni potrebbero arrivare a pensare che si tratti di una fotografia creata ad arte. Inutile negare che chiunque potrebbe rifare tutto da casa: basta procurarsi una mattonella, un pennarello ed un cellulare dotato di fotocamera; ed il gioco è fatto. Solo uno sprovveduto potrebbe crederci in assenza di prove più concrete. Un dato è comunque più che chiaro: dopo le più recenti pubblicazioni di Ferdinando Imposimato (già Presidente Onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, autore di I 55 giorni che hanno cambiato l’Italia e La repubblica delle stragi impunite – Ed. Newton Compton), non sarà più una passeggiata far credere alla gente comune che dietro alla minaccia delle BR si nasconda chissà quale occulto potere poiché le ultime erano state create a tavolino da Kissinger, Cossiga e… – Ipse Dixit! Il sospetto che basti mettere in mezzo sigle terroristiche per far dimenticare la spinosa questione delle Slot-Machines e dei presunti finanziamenti personali elargiti proprio al cameriere del Bilderberg da parte della Lobby del gioco d’azzardo (vedi entrambi i servizi di Filippo Roma – le Iene Italia 1), rimane. L’ombra dei servizi, pure.

 

c4