CHISSA’ SE IL FATTO E’ DA METTERE IN RELAZIONE CON GLI SPARI ALLA CASA DELL’AMBASCIATORE TEDESCO AD ATENE??

1

CHISSA’   SE  IL FATTO E’ DA METTERE IN RELAZIONE CON GLI SPARI ALLA  CASA DELL’AMBASCIATORE TEDESCO AD  ATENE??
Come rileva l’attentissima Patrizia Rametta, nota commentatrice del web con migliaia di lettori e lettrici, è probabile ritenere che le rivelazioni dell’ex numero uno della Direzione Armamenti della Ministero della Difesa greco Antonis Kantà stanno terremotando la Germania nell’ambito di un’inchiesta sulla fornitura di armi tedesche ad Atene. Circa 18 milioni di euro sarebbero dirottati verso funzionari greci per “incoraggiare” l’acquisto di sottomarini Poseidon. In ballo anche 170 carri armati Leopard 2A6 Hel dalla tedesca Krauss-Maffei Wegmann (KMW), per i quali Kantà avrebbe ricevuto un totale di 1,7 milioni di euro da un intermediario greco. Oltre a 1,5 milioni per la fornitura di missili Stinger e 600mila euro per i caccia F-15. Certo un’analisi che apre uno squarcio sulla presunta gestione “asettica” della Grecia da parte della Troika! Uno spaccato di cruda verità su quanto stia realmente accadendo nella terra di Platone…

c4