110_8867236e59b29099f2ac0a61bd699fb1.jpg

MARINO DIMESSO? L’ENNESIMA ILLUSIONE chi e’ Marino? Chi lo ha creato?

Oggi, giovedì 8 Ottobre 2015, il Sindaco di Roma Ignazio Marino, ha rassegnato le dimissioni… sebbene con riserva (potrà ritirarle entro 20 giorni, come ha personalmente chiosato). Sorvolando su quest’ultima pagliacciata – tanto non tornerà – dobbiamo analizzare il punto di fondo di questa ennesima illusione metapolitica.

110_2ac3a1663211836b045029407ade78b5.jpg

SINISTRA, CHIESA, MAFIA CAPITALE

L’effetto più nocivo del business dell’accoglienza, nell’immediato e nel breve termine, è che esso rafforza il blocco di potere parassitario costituito da area postcomunista, area clericale, e mafia: il vero partito della nazione, che si fa legittimare in sede europea da governi e istituzioni che sono in palese conflitto di interessi con l’Italia.
“Con gli immigrati si guadagna più che con la droga”, spiega al telefono uno dei capi di Mafia Capitale.

110_cf18db8557734c990ab82570f7381c4f.jpg

I GRANDI PARASSITI CHE AFFAMANO L’UMANITÁ

I tam tam dei media in tutti questi anni sono riusciti a convincere le masse che il bilancio di uno Stato è equivalente a quello di una famiglia. Mentre c’è una differenza sostanziale, e cioè che le famiglie prima devono accumulare dei soldi per poi spenderli; mentre gli Stati prima producono i soldi e poi li immettono nel circuito economico, costituendo la spesa pubblica.

110_abdbbe40689468671e7bcaac01cd50b0.jpg

È UNA QUESTIONE POLITICA…

…’na grande presa pel culo! Così cantava Antonello Venditti nel 1995. Così potrebbe cantare anche oggi, dopo l’ultima proposta di Tsipras ai creditori. Nella più classica tradizione italiana. Il suo partito, Syriza, ha vinto le elezioni per dire NO alle proposte dei creditori internazionali. Poi ha chiesto l’avallo del popolo con un referendum lampo, dove il fronte del NO, da lui perorato, ha stravinto.

110_00fcd95a722992cb98bdf56b3b13061e.jpg

CREDITORI, DEBITORI E GIUBILEO

Avete dei crediti, avete dei debiti? Di questi tempi è più facile che apparteniate alla seconda categoria, in quanto i grandi creditori, secondo la prassi vigente, sono le banche, il fisco e, a seguire, i professionisti, con gli avvocati in prima linea, per il semplice fatto che a loro non costa nulla intraprendere azioni giudiziarie in proprio, tramite un gioco di sponda tra colleghi.
Ciononostante, alcuni Tribunali hanno pensato bene di agevolare il ricupero crediti, consentendo al creditore (quasi sempre più ricco) di avere accesso, sia pure indiretto, alle banche dati e scoprire così i beni pignorabili del debitore (quasi sempre più povero).

110_642687a685fd7482987773b7c68eaf23.jpg

TSIPRAS BIFRONTE

Eroe della liberazione greca, o subdolo agente dei banchieri europei?

110_38d3c4c1aafd822e8633a811db2d33b7.jpg

Tsipras, usciamo dall’euro? Non abballo!

Costa quasi imbarazzo nel metterla giù così com’è.

110_1673275a7aae0f42f553844a1e0ba240.jpg

SISTEMA MONETARIO E CODICE PENALE

Secondo l’avv. A. L. Marra l’attuale sistema di produzione e contabilizzazione del denaro da parte di banche centrali e commerciali viola parecchi articoli del nostro codice penale. Marra lo grida da oltre 40 anni, opponendosi legalmente allo scandaloso privilegio (il signoraggio), concesso da politici insipienti o collusi a un clan di banchieri privati, di emettere moneta “legale” senza averne il corrispettivo in solido a garanzia. Privilegio che dovrebbe essere prerogativa inalienabile di uno Stato degno di questo nome, tanto più se retto non da una monarchia assoluta, ma da una Repubblica: res publica! Se usurpato da una cricca di privati, corrisponde a battere moneta falsa, a spese della collettività, o ad emettere assegni allo scoperto. Di fatto, le banconote sono come assegni circolari che non vanno mai all’incasso: se ci andassero, si scoprirebbe che sono scoperti.

110_28905053c9f0878c8d122de65f0f2a71.jpg

RESISTENZA ALLO STATO ILLEGITTIMO

Uno spettro si aggira per l’Occidente: è il ricordo dello Stato nazionale, parlamentare e sovrano.

110_495302e335fe141ddafbdda092b138e0.jpg

NINO GALLONI, Sindaco di Roma? MAGARI.

Diciamocelo francamente: Marino ha esasperato la popolazione romana. Non lo reggono più nemmeno i suoi sodali che per mantenerlo al Campidoglio, si vedono costretti a collezionare marchette televisive ignobili; l’ultima – e patetica – quella del presidente PD Matteo Orfini, squalificante sotto ogni punto di vista.

110_6dad08a3be387b9b327465a035c264c0.jpg

UN NUOVO FASCISMO È ALLE PORTE?

O c’è già, e da vecchia data? L’ultimo articolo di Antonia Bruglia ha un chiaro bersaglio: la Lega. E la indica come l’attuale pericolo pubblico numero 1, in quanto foriera di “un’ideologia che finisce per difendere autoritariamente rapporti socio-economici basati sulla conservazione e la disuguaglianza”.

A me sembra che non si profili un nuovo pericoloso progetto di “conservazione e disuguaglianza” poiché viviamo già, da almeno 40 anni, in una simile realtà, nella quale si è divinizzata la democrazia come il bene assoluto, spingendo i manipolatori del consenso ad usarla come comodo paravento proprio per la conservazione e la disuguaglianza.

borghezio_marra_denuncia

Decine di miliardi rubati al MEF. Gravissima denunzia di Borghezio e Marra

Procura Repubblica di Roma. Denunzia dell’On. Mario Borghezio, rappresentato e difeso dall’avv. Alfonso Luigi Marra, nonché dello stesso avv. Marra anche in proprio. Oggetto: Accertare se i derivati dello Stato ed il debito […]