Banconote di plastica: l’Australia ci fa i soldi

moneta-australiana_LARGE

 

Sul famoso sito americano Money.com, è oggi apparsa una notizia interessantissima: il Governo australiano da tempo stampa banconote in plastica per conto di una ventina di Nazioni sparse in giro per il Mondo, tra cui: Cile, Nuova Zelanda e Thailandia, le quali pagano profumatamente questo servizio esclusivo. Queste banconote “sono più resistenti al caldo, alla polvere e all’acqua” si legge nell’articolo, “inoltre è praticamente impossibile imitarle”. Certo, sottolinea money.com, il costo della realizzazione è più elevato rispetto a quello tradizionale su carta. Tuttavia, essendo garantita una durata fino a quattro volte più lunga, va da sé che il risparmio sta nell’investimento stesso. Una notizia che ha un suo perché, c’è da riconoscerlo, tuttavia, qualora suonasse curiosa l’idea di stampare moneta per Stati altri rispetto a quello di produzione, ricordiamo che le banconote in euro circolanti in tutta Europa, non vengono prodotte (come molte persone ritengono) all’interno dei confini europei ma in Indonesia o Malesia. Ancora, avverte Marco della Luna (autore di Euroschiavi, Ed. Arianna Editrice), non si è scoperto il sito preciso. Tutto ciò mentre naturalmente continua ad imperversare anche in questi paesi l’orrido SIGNORAGGIO BANCARIO.