600_18cb3cca5bc3b705e63bdbe6daa4730b

Napolitano abolisce vecchi retaggi monarchici

Scarica l’articolo in formato PDF Non siamo più una monarchia, ma il cerimoniale di corte è a tutt’oggi qualcosa che va rispettato lì al Quirinale. E, dal momento che tutte le monarchie europee si modernizzano, basti pensare al matrimonio borghese […]

6

Il San Carlo di Napoli. I teatri, oggi, o si occupano o si commissariano.

Il San Carlo di Napoli sarà commissariato, aveva appena avuto il tempo di annunciare Massimo Bray ministro per i Beni Culturali e il turismo, che già se ne faceva il nome. Nonostante le proteste dei lavoratori e del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, Bray è deciso a trovare “la migliore soluzione per la tutela del Teatro”.

2

Giuseppe Campolo: Nessuno dei numerosi economisti, i quali fanno buone analisi delle gravi anomalie socio-politiche d’Europa e del mondo, ipotizza, prende in esame e caldeggia strumenti giuridici e politi per scongiurare la schiavitù o la rivolta che pure profetizzano.

Non è che Adam Smith (1723 – 1790) avesse torto con la sua teoria liberista. Semplicemente non aveva immaginato che ci sarebbe stato chi ne avrebbe ben approfittato per fare i propri comodi. La cosa più bella che egli ha detto è che “la fonte della ricchezza è il lavoro”. L’industria ha sottratto il lavoro all’uomo, riducendolo a mano d’opera; la grande distribuzione gli ha tolto la libertà di commerciare, riducendolo a un inserviente. Non era questo che Adam intendeva per lavoro!

3

Giuseppe Campolo: Siete perduti, voi venduti, che vendeste le genti e le nazioni e lasciaste che l’economia e la tecnica fossero produttori di miseria anziché di benessere.

La grottesca pantomima, che inscenano i guitti dei governi per mascherare che ruolo di fantocci essi hanno, attua l’inganno di una speranza che non c’è. Se sulle pene dei popoli i regnanti hanno posto i loro troni, e sia pure talvolta con qualche grandezza e grazia, i nostri sgraziati servi sugli scranni non hanno che cuori di carnefici. Mettono in atto una condanna ordita dove non arriva legge, che forse pensano non li riguardi perché incapaci di gestire ragione come ogni esecutore. Possono trovare in noi pena ma non perdono, e ci ripugna pronunciare i loro nomi.

Giuseppe Campolo: Per liberare l’Italia ed avviarla a una democrazia di rango elevato, considerate pure Alfonso Luigi Marra un mezzo nobile.

Scarica l’articolo in formato PDF Piove. Una volta sapevi almeno chi la mandava, Giove o il Padreterno. E poter dire, a quei tempi, […]