tramonto110x110

La strana estate

Quella appena trascorsa è stata una delle estati più anomale che si ricordino. O anche queste anomalie sono ricorrenti e quindi non c’è alcunché di cui preoccuparsi ? Ai posteri l’ardua sentenza…

deflazione-m

Italia in deflazione, non accadeva dal ’59 e l’occupazione continua a diminuire

Dati Istat: prezzi al consumo calati dello 0,1% ad agosto (dati provvisori), il Paese è in deflazione. Disoccupati in aumento del 2,2% rispetto al mese precedente (+69 mila) e del 4,6% su base annua (+143 mila).

istat

Dati Istat: diminuiscono le vendite e la fiducia dei consumatori

Nel corso dell’estate continuano i segnali negativi del quadro congiunturale economico. Ma per la politica le “emergenze” e le priorità sembrano altre….

110_751d6035bac5ebea5ff4a340d06f71b8.jpg

Trattamenti pensionistici delle donne inferiori a quelli degli uomini

Disuguaglianza di genere nei trattamenti pensionistici erogati: lo rileva l’Istat analizzando i dati fino al 2012. L’importo medio annuo delle pensioni alle donne è mediamente pari a 8.965 euro, il 60,9% di quello delle pensioni di titolarità maschile, che si attesta a 14.728 euro medi.

110_32eb0b04e40505fce177c8a765456e4d.jpg

Un italiano su otto svolge attività di volontariato

Sono stati diffusi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario in Italia, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete dei Centri di Servizio per il Volontariato) e la Fondazione Volontariato e Partecipazione. Dai dati emerge un’enorme partecipazione degli italiani ad attività gratuite di volontariato.

110_271824c0d84dc8d9dc7b308bc6523ff6.jpg

Migliora lo stato di salute fisico degli italiani, peggiora quello mentale

L’istituto nazionale di statistica ha diffuso i risultati dell’indagine “Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari”, condotta tra il 2012 e il 2013 con il sostegno del Ministero della Salute e delle Regioni. Migliora lo stato di salute fisico, peggiora quello mentale rispetto al 2005. La depressione è il problema di salute mentale più diffuso e il più sensibile all’impatto della crisi.

110_ed7034b31579eb357298db6cde696423.jpg

Produzione industriale ancora giù

Istat: a maggio 2014 l’indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito dell’1,2% rispetto ad aprile. Corretto per gli effetti di calendario, a maggio 2014, l’indice è diminuito in termini tendenziali dell’1,8% (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 22 di maggio 2013).

110_3faebeef08bbb7199d8f90b5787bd34c.jpg

La crisi industriale italiana nel contesto europeo

L’attuale fase recessiva della nostra economia, si sta rivelando particolarmente lunga e intensa, nonostante la moderata attenuazione osservata negli ultimi mesi del 2013.
A differenza di altre fasi cicliche di crisi, nel nostro Paese la caduta dell’output produttivo si manifesta con un’ampiezza maggiore rispetto a quella di molti partner dell’Unione europea.

110_29ef5d049914e1943bb7e2b2f152fe61.jpg

Risparmio energetico: non lasciare apparecchi in stand by

Gli apparecchi elettronici lasciati in stand-by ci costano 80 miliardi di dollari l’anno di consumi che potrebbero facilmente essere risparmiati

110_fca8b92293560a5b5685393487c37c1b.jpg

Consumi delle famiglie ai livelli di dieci anni fa

L’Istat ha diffuso i dati dell’indagine sui consumi delle famiglie italiane che continuano a diminuire. Anche nel 2013 c’è stato un calo dei consumi del 2,5 per cento rispetto all’anno precedente.

110_2186083042459fa6f93392b6c3033ab3.jpg

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società

Secondo i dati dell’indagine dell’Istat su redditi, risparmi, investimenti e profitti di famiglie e società, diminuisce il potere d’acquisto e quindi a propensione al risparmio delle famiglie. Diminuiscono anche gli investimenti delle famiglie e delle imprese.

110_b75a36d059cfd6c4957e7f1495a8707c.jpg

Tutela del territorio: torna a crescere l’abusivismo edilizio

Secondo i dati presentati nel secondo “Rapporto sul Benessere Equo e Sostenibile” (Bes 2014) dal Cnel e dall’Istat, il paesaggio, il patrimonio culturale e il territorio del nostro paese, soffrono ancora di alcuni annosi problemi, tra i quali quello dell’abusivismo.