Aria nuova in casa Berlusconi

Quello che è certo è che c’è parecchio fermento nel partito dell’ex Cavaliere, a partire dallo stesso Raffaele Fitto che sembra chiedere come tanti altri moderati del centrodestra che vi siano primarie immediate e a tutti i livelli per trovare un nuovo leader. Chi non ci sta è lo stesso Berlusconi che ha ben chiarito che al timone del partito resterà lui e non vuol nemmeno sentire parlare di introdurre nel mondo della politica uno dei suoi figli.

Il leader di F.I. però dopo i deludenti risultati delle Europee sembra essere pronto a ricercare un volto nuovo e che abbia quel quid necessario affinché possa correre verso la poltrona da leader di tutto il centrodestra. I ben informati vociferano che in realtà Berlusconi avrebbe già adocchiato un papabile leader e si tratterrebbe di Guido Maria Brera, 44 anni, marito della presentatrice Caterina Balivo, che avrebbe tutti i requisiti necessari al momento per poter essere anche designato come suo erede.

Sulla vicenda della possibile ricerca di un delfino per Berlusconi un altro colpo di scena viene rivelato in questi giorni dal sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo,  per il quale, sta per partire un tour che servirà per ricercare un volto nuovo e spendibile per la rinascita del partito e spiega:  “Io e Giovanni Toti inizieremo un tour per l’ Italia per selezionare tra gli amministratori locali mille volti nuovi: le leadership forti nascono cosi. Sulle primarie non c’ è la necessità, ma che il centrodestra debba dotarsi di un metodo per scegliere le proprie figure di riferimento mi pare imprescindibile. Un ‘Renzi di destra’ viene fuori solo da una contesa democratica”. Ma per quanto riguarda invece il volto che dovrebbe rappresentare tutto il centrodestra alle prossime politiche per i politologi non vi è dubbio che al momento la più quotata sarebbe Giorgia Meloni leader di Fratelli d’Italia e a seguire Toti e Fitto, mentre fuori da ogni competizione viene considerato Angelino Alfano.  

 

Guerriero del Risveglio