Uragano alle filippine: Vergogna commissione europea

 

uragano_large

Dopo aver subìto la devastazione del Secolo, dopo aver contato qualcosa come 12mila vittime ed un numero in costante crescita di dispersi, dopo aver vissuto i momenti più drammatici della propria storia, le Filippine – impoverite all’inverosimile in una manciata di ore furiose, ridotte alla fame ed esposte alle leggi della natura a causa della quasi totale mancanza di energia elettrica – hanno dovuto pure dire gra­zie alla CE per aver ricevuto la “sensazionale” somma, udite udite, di ben 3 milioni di euro (fonte ANSA), l’equivalente dell’incasso domenicale medio di 2 o 3 stadi di calcio. A conti fatti, ciascuno dei 28 Stati ha versato poco più di 100mila euro. Una miseria. I novantotto milioni di persone che abitano l’a­meno arcipelago, di cui un vastissimo numero è rimasto senza casa, senza famiglia e senza beni, grazie all’imbarazzante aiuto europeo, da oggi sarà più ricco di 0,03 centesimi di euro a testa. Il portavoce della CE – si legge nel co­municato ANSA – ha affermato che si tratta di una donazione per “i primi aiuti”.  Ecco il risultato vero del pragmatismo d’accatto che si cela dietro ai discorsi pelosi di certi europeisti.

fonte: Andrea Signini per Signoraggio.it

c4