Amore indolore: da Marco Della Luna e Rebecca Rhel il primo vero manuale di anti-infortunistica in amore

2

È arrivato nelle librerie un Marco Della Luna che molti non si aspettavano, con un interessante e divertente saggio scritto insieme a Rebecca Rhel e dedicato all’amore e alla vita di coppia

Marco Della Luna, apprezzato collaboratore di Signoraggio.it, è conosciuto dal grande pubblico per i suoi autorevoli e dissacranti libri di economia come Euroschiavi, La moneta copernicana, Polli da spennare, Cimiteuro e Traditori al Governo. Veri e propri best seller attraverso i quali questo valente e combattivo avvocato denuncia da anni gli inganni del sistema bancario e i crimini della grande finanza internazionale. Ma è arrivato adesso nelle librerie un Marco Della Luna che molti non si aspettavano, neanche i suoi più affezionati lettori.

Della Luna, oltre ad essere un avvocato ed un esperto di Economia, è anche uno psicologo, da sempre attento ai drammi e ai meccanismi della mente umana. Aveva già dato prova della sua competenza in materia scrivendo alcuni anni fa, a quattro mani insieme al Prof. Paolo Cioni, Neuroschiavi, un voluminoso e interessante saggio di denuncia contro le tecniche di manipolazione mentale. Ricordo che conobbi Marco proprio in occasione dell’uscita di questo libro, durante una presentazione che ne tenne all’Università di Firenze. Nacque così un’amicizia ed una collaborazione che continua tutt’oggi.

Insieme a Rebecca Rhel, Marco ha oggi dato alle stampe un libro, Amore indolore: vivere la passione senza rovinarsi troppo (Edizioni Aurora Boreale), interamente dedicato all’amore e alla vita di coppia. Un saggio che è stato subito definito dalla critica “il primo manuale di anti-infortunistica in amore”.

Con prefazione della psicanalista Regina Biondetti e con un contributo di Paolo Cioni, coautore di Neuroschiavi e stimato psicopatologo fiorentino, questo interessante e al contempo divertentissimo libro ci svela tutti i segreti dell’amore e della vita di coppia. Un libro ricco di informazioni concrete e utili, basate siasull’esperienza diretta che sulle scoperte della Psicologia, della Neuirologia e della Sociologia.

Gli autori ci dimostrano come, nonostante tutti i suoi moderni rivolgimenti, l’anima dell’Uomo ai nostri giorni, come nel lontano passato, senta ancora di potersi rivolgere all’Amore per dare valore e sicurezza alla sua presenza nel mondo. L’Amore è però la meta che rischiamo di porci noi stessi alle nostrespalle, condannandoci ad allontanarci da essa dovunque andiamo. Marco Della Luna e Rebecca Rhel ci insegnano quindi a cercare di evitare tutto questo.

Capitoli brevi, alternati a racconti di casi trattati dagli autori (casi ora grotteschi, ora brillanti, ora commoventi, ma sempre molto istruttivi) ci svelano un’opera ironica e distaccata (masolo in superficie), nella sostanza rivolta a consentire a tutti ea ciascuno un accesso migliore, sicuro e sereno all’esperienza affettiva, anche nei suoi recessi più misteriosi.

Un’opera, quindi, veramente di amore, e dove l’Amore con la “a” maiuscola risulta essere il vero protagonista, che insegna semplici e meno semplici verifiche e “procedure”, soprattutto per chi sente che è arrivato il tempo di non finire piàù nelle sabbie mobili o su binari morti. Per chi vuole un rapporto leale e aperto tra persone chesi riconoscono reciprocamente e non gareggiano nella manipolazione, nella strumentalizzazione e nell’inganno.

L’amico Mario Marchisio, scrittore e saggista torinese, ha recentemente scritto una splendida recensione a quest’opera, recensione che inizia con queste parole:

“Marco Della Luna e Rebecca Rhel illustrano nel loro libro le pessime condizioni di salute in cui versa oggi il rapporto di coppia e ne investigano con sagacia il tortuoso decorso. Bisogna ammetterlo: noi abbiamo quotidianamente sotto gli occhi un discreto numero di rapporti fallimentari, e tuttavia – qualora si cada in trappola a nostra volta – non tentiamo forse di porvi rimedio alla carlona, peggiorando le cose anziché migliorarle? Ecco un motivo in più per leggere quest’opera insolita e oltremodo utile a chi desideri premunirsi nei confronti dei gravi disagi cui danno origine assai spesso le relazioni d’amore”.

Nicola Bizzi

c4