AGCOM: ecco come sconfiggere la recente disciplina per silenziare la rete.

AGCOM

L’equivocità della disciplina AGCOM in vigore dall’inizio aprile 2014 consiste nel fatto che si finge di non capire che in realtà gli autori hanno tutti interesse a vedere pubblicate ovunque le proprie opere (salvo quelle in vendita), naturalmente con l’indicazione della fonte.

Una ‘violazione’, quella di pubblicare contenuti altrui, che, siccome non aggiunge nulla, in termini di violazione del diritto d’autore, che è già tutelato altrimenti, desta quindi davvero molti sospetti che l’intento sia quello di rallentare la diffusione dei contenuti in rete allo scopo di smorzarne l’impatto.

Il rimedio, comunque sia, è molto semplice: aggiungere in testa o in calce agli articoli, la dicitura: «Ne è autorizzata la duplicazione con citazione della fonte».

In testa ai blog, alle testate, ecc. si potrà invece scrivere: «È autorizzata la pubblicazione di tutto il materiale originario di questo blog (o testata ecc) con citazione della fonte».

In breve la libertà di circolazione degli scritti si ripristinerà.

Signoraggio.it, lo farà subito.

7.4.2014

Alfonso Luigi Marra