Accordi tra Napolitano e Fini per la debacle di Berlusconi

Grazie ad una telefonata anonima fatta ad un noto programma radio sembrerebbe essere stato svelato il mistero che portò alla fine del governo dell’ex Cavaliere di cui lo stesso aveva dato negli scorsi giorni notizia sottolineando che: “Ho dodici testimoni che hanno sentito la voce di Napolitano messa in diretta da Fini per convincerlo che poteva fare la sua operazione politica perché aveva le spalle coperte”. In poche parole la decaduta di Berlusconi sarebbe avvenuta prima  dell’abbandono del primo figliol prodigo: Gianfranco Fini, spinto a compiere quell’atto di patricidio dall’inquilino del Colle.

Il testimone anonimo afferma che quanto detto dall’ex Cavaliere è vero e si azzarda anche a raccontare i particolari di quell’evento storico spiegando: “Berlusconi ha detto la verità sul primo colpo di Stato, quello di Fini…E’ una cosa reale…Era una riunione con Fini, c’erano la bellezza di 12 persone del Pdl. Fini ha messo in viva voce la telefonata di Napolitano, per far sentire a tutti che quello che voleva fare non era una cosa personale contro Berlusconi ma erano le alte sfere del potere a dirgli di farlo”.

Ma all’epoca dei fatti, per farvi capire meglio di cosa stiamo parlando, non era ancora giunto il momento dell’abbandono perché la data della misteriosa telefonata avviene alla fine del 2010 pochi giorni prima di quella che per Berlusconi è stata la quasi Caporetto quando riuscì a passare il voto di fiducia ma solo grazie a tre voti. Lo scopo di Fini di far ascoltare quella telefonata in viva voce, secondo il testimone anonimo era “perché doveva convincere una parte del partito ad allontanarsi da Berlusconi e a far cadere il governo nel voto di fiducia. Napolitano chiese la disponibilità a Gianfranco Fini di formare un nuovo governo. Gli chiese se se la sentiva”.

Tutto quindi anche dopo le vicissitudini che noi tutti conosciamo sembrerebbe però così avere una spiegazione, anche il ruolo che in seguito rivestì Fini, che rimase Presidente della Camera anche dopo la nascita del Fli.

Anche questo però con grande probabilità rimarrà uno dei tanti misteri che avvolgono la storia del nostro Paese di cui non sapremo mai dove inizi la verità e dove finisca la fantasia. Leggenda o realtà? Nessuno può dirlo.

Guerriero del Risveglio